💡 Consigli

Come imparare il giapponese da zero

Parliamoci chiaro, il Giapponese è una lingua difficile. Servirà molto studio e impegno per iniziare anche solo ad esprimersi. A me è costato molti soldi e fatica, e il fatto che io abbia un lavoro che impegna la maggior parte della mia giornata ha reso il tutto più complicato.

Lo scopo di questo post però è quello di dare un bel po’ di dritte per chi vuole sapere come imparare il giapponese da zero, in base a quella che è stata la mia esperienza in modo da spianarvi la strada. Quindi non perdiamo tempo e andiamo subito al dunque:

✍️ Imparate il katakana e l’hiragana

E’ un passo obbligato, prima di procedere a fare qualsiasi altra cosa, imparate a scrivere. Qui troverete un’ottima guida per memorizzare hiragana e katakana: guardate alle figure e memorizzate i caratteri corrispondenti sfruttando le ottime associazioni mentali che vi suggerisce il sito. Vi assicuro che i caratteri vi entreranno subito in testa. Per fare pratica invece, mi sono trovato molto bene con questo  sito-gioco per fissare quanto imparato. Fidatevi, vi basterà una settimana.

📚 Non trascurate la grammatica

La grammatica per la lingua Giapponese è particolarmente fondamentale. Senza sapere almeno i fondamenti, non andrete da nessuna parte. Al tempo stesso, molti libri per principianti sono completamente scritti in hiragana e questo potrebbe essere un grosso ostacolo per il vostro apprendimento. Io mi sono trovato molto bene con questo libro che riesce a coprire tutti i topic fondamentali, fino alla grammatica più avanzata. Inoltre il pratico CD in allegato, vi sarà sicuramente d’aiuto.

Clicca sull’immagine per acquistarlo da Amazon

📗 Trovatevi un buon vocabolario

Io mi trovo molto bene con Jisho.org; è fantastico perchè permette di ricercare scrivendo sia con i nostri caratteri occidentali (romanji),  sia con quelli giapponesi (hiragana, katakana) che con gli ideogrammi (kanji). In giro ci sono molte altre alternative valide e affidatevi anche ad app per smartphone come la fantastica imiwa?.

📃 Memorizzate le prime 1000 parole di base

Si dice che una volta memorizzate 1000 parole, si può esprimere più o meno qualsiasi concetto (seppur in maniera elementare) in qualsiasi lingua. Non è affatto vero, ma di sicuro aiuta tantissimo e per tanto, vi consiglio di iniziare proprio in questo modo. Potete a questo scopo utilizzare un sito utilissimo come memrise  che mette anche a disposizione un’app in maniera totalmente gratuita.

🗣️ Ripetete, ogni giorno

A tal proposito voglio darvi una dritta: ogni giorno registravo le nuove parole che avevo imparato il giorno precedente e le riascoltavo il mattino successivo mentre mi recavo al lavoro. Si tratta di un trucco che può farvi risparmiare tempo prezioso e vi permette di imparare al tempo stesso.

🤡 Non credete a quei pagliacci che vi dicono di imparare dagli Anime

In Giappone, nessuno parla come un cazzo di cartone animato. Quindi, a meno che non siate tra amici stretti, un linguaggio del genere vi farà apparire arroganti e fuori luogo. Il modo di parlare negli Anime è molto colloquiale e soprattutto difficile. Quindi a meno che non vogliate imparare una nuova lingua a partire dallo slang, evitate. Piuttosto, guardate telefilm che vanno bene:  su Netflix, ad esempio, ci sono un paio di serie made in Japan di tutto rispetto che vale la pena guardare e in cui parlano in maniera naturale. Tra le varie, vi segnalo Midnight Diner: Tokyo Stories.

🈷️ Imparate i Kanji, gradualmente

Questa è una mia grande lacuna: ho trascurato a lungo i Kanji, perchè li ho sempre ritenuti troppo difficili da memorizzare. All’inizio ero perso, spaesato e non sapevo neanche da dove cominciare. Niente paura e imparate dai miei errori, partendo da qui: si tratta di una lista di Kanji stilata dal ministero dell’istruzione Giapponese. Per essere dei membri acculturati di una società rispettabile non ci sono mezzi termini: dovete sapere questi, altrimenti siete considerati più o meno analfabeti. Focalizzatevi sul significato, non sulla pronuncia (è già qualcosa e poi per quella c’è sempre tempo).

🏋️ Non date ascolto a chi ha mollato

In molti mi hanno dato del pazzo, dello sciroccato, del sognatore. “Ormai hai 31 anni, non ce la farai ad imparare una nuova lingua”.  Questa frase me la sono sentita ripetere diverse volte da chi si era approcciato col Giapponese, sia in maniera amatoriale che per studio vero e proprio (corsi, università, master). Ma la mia testa è dura e me ne sono fregato. Alla fine ho avuto ragione, la prima soddisfazione è arrivata al mio secondo viaggio nel paese del Sol Levante, dove se pur non essendo in grado di sostenere conversazioni articolate, ho parlato in lingua per tutto il tempo, capendo e facendomi capire.

Direi che per iniziare vi ho detto un bel po’ di cosette. Una volta che siete nel loop e queste pratiche sono il vostro pane quotidiano, direi che siete pronti per il passo successivo: la grammatica!

Le dritte non finiscono qui, e mi raccomando: がんばって!(Ganbatte) 🤞

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *