👨🏻‍🍳 Cibo e cucina

Cibi pericolosi (ma dannatamente buoni)




Se siete di quelli che quando vanno all’estero vanno in cerca della pizza 🍕 o del piatto di pasta, smettete immediatamente di leggere e chiudete questa pagina web. Fatelo ora, immediatamente. Se invece siete amanti del cibo, non avete paura di sperimentare nuovi sapori e nuove cucine, se siete dei mangioni e il vostro stomaco fa invidia a quello di Adam Richman di Man VS Food allora questo è il post che fa per voi.

Quando viaggio DEVO provare di tutto. A volte, mi capita anche di non smettere mai di masticare per tutta la giornata, pizzicando qua e là tra street food e piccole portate presso chioschi o ristorantini low-cost.  Per il resto, non importa dove e da chi: se qualcosa mi ispira, io la mangio; il che significa anche provare cibi in posti che farebbero rabbrividire qualsiasi essere umano o ingerire una tale quantità di grassi che basterebbe ad una guida alpina per una settimana.

Quello che voglio provare a fare con questa serie di post è raccogliere i cibi più buoni che ho provato in giro per il mondo, provando a classificarli bontà e pericolosità, perchè si sa: cioè che più ci piace è inversamente proporzionale al suo grado di salute. Allacciate le cinture e se passate da una di queste parti, non tiratevi indietro e SIATE AUDACI!

1. DEAD HIPPIE™ BURGER

📍Meat Market, Londra
☠️  Altissima concentrazione di grassi saturi

© Globetrotting.rocks

Carne e formaggio come se piovesse e in più la loro salsa speciale. L’hamburger è così succoso e il pane così soffice che ogni morso può essere inghiottito senza neanche essere masticato. Ogni qualvolta mandavo giù un boccone il mio cuore scricchiolava per la botta di grassi e la felicità.

Pericolosità 1:  questo è il cibo del diavolo e tenere a bada l’assuefazione è davvero difficile, credetemi: ne ho dovuti ordinare due. Il terzo ordine di fila, dovreste farlo sotto la supervisione di un cardiologo.

2. PAOMO 泡馍

📍Quartiere musulmano di Xian, Cina
☠️☠️  Ispezione sanitaria, grado B

Perdonate la foto di Wikipedia, la fame mi ha impedito scatti decenti

Questo piatto è un alimento molto sano e al tempo stesso semplice: si tratta di una zuppa a base di agnello a cui viene aggiunto del pane non lievitato. Il problema è che l’ho mangiato in un posto che aveva ricevuto una B dopo un’ispezione sanitaria (in Cina, dove gli standard di igiene sono MOLTO diversi dai nostri). Le ciotole le tenevano a terra e il pane da sbriciolare nella zuppa me l’hanno passato la cassiera, rigorosamente senza guanti. Avevo anche dei dubbi sul fatto che lavassero i tavoli e le bacchette, ma questa è un’altra storia. La zuppa dal canto suo, era SPET-TA-CO-LA-RE.

Pericolosità 2:  questo non può essere il tuo primo pasto, se sei appena arrivato in Cina e la tua flora batterica non si è ancora adeguata. Ti servono almeno uno o due giorni passati sul cesso e vari shot di Enterogermina per sentirti confidente e affrontare la sfida.

3. LÀNGOS

📍Budapest, Mercato centrale
☠️☠️☠️  Un mucchio di olio, tantissimi grassi, condizioni igieniche precarie e sapori forte

© Globetrotting.rocks

Quelle che vedete in foto, sono le mie mani unte dopo aver mangiato un Lángos, ovvero una prelibatezza ungherese che si presenta come una grande frittella dal diametro di 12-15cm. Io ovviamente l’ho condita con panna acida, cipolle, formaggio, pancetta e con un filo d’olio all’aglio. C’era più di una signora che le preparava al mercato di Budapest, ma io ho optato per quella che sembrava offrire le condizioni igieniche meno rassicuranti, per un’esperienza totale. Inutile dire che non me ne son pentito. Il Lángos sudava olio e il mix di sapori era un’esplosione di gusto nella mia bocca, anche se non mi sono potuto avvicinare ad alcun essere umano per un’ora o due.

Pericolosità 3: l’olio all’aglio è micidiale, il mix di panna e pancetta è un danno per il vostro apparato cardiocircolatorio e l’olio non veniva cambiato da chissà quanto. Buonissimo.

Direi che per oggi, va bene così, ma non finisce qua: devo ancora parlarvi delle frittelle di Durian e delle interiora di pecora cotte in stomaco di pecora…




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *